Iscriviti alla mailing list e rimani informato sulle novità riguardanti la Guida Small Business Server!

Puoi acquistare il libro in TRE FORMATI diversi, scegli quello che ti è più comodo cliccando sui loghi corrispondenti:

1. Se vuoi risparmiare acquistando il pratico formato eBook PDF, puoi farlo attraverso lo store di E-Junkie, non sarà necessaria alcuna registrazione! Semplice e veloce! Al termine del pagamento verrai indirizzato direttamente alla pagina di download.

Buy this book with PayPal.

2. Se preferisci il formato eBook ePUB per leggere il libro ovunque, anche sul tuo SmartPhone o Tablet, puoi farlo sempre attraverso lo store di E-Junkie

Buy this book with PayPal.

3. Se invece preferisci il libro che ti verrà spedito a casa nel tradizionale formato cartaceo puoi usare lo store Lulu:

Ubuntu Small Business Server 10.04, eBook e Libro

http://www.stenoweb.it/files/blog/linuxsbs-2.jpg SECONDA EDIZIONE!

Lo scenario di una scuola o di una piccola o piccolissima azienda dove il desiderio di risparmiare senza sacrificare la sicurezza o l' efficienza è un bisogno primario, diventa il terreno perfetto per soluzioni basate su GNU Linux, un sistema operativo di larghissima diffusione nella rete delle reti e dalla comprovata efficienza, sicurezza e scalabilità.
E ora, con la seconda edizione di questa guida realizzeremo un piccolo ma efficente, moderno e completo sistema utilizzando il nuovo Ubuntu Server 10.04 LTS Server Edition che ci garantisce aggiornamenti fino al 2015.

This book is also available in English!.

Formati

TIP: Che tu abbia o meno acquistato il libro, iscriviti alla mailing list utilizzando il piccolo form giallo qui a fianco: in questo modo sarà più facile rimanere aggiornati sugli sviluppi della guida, sia per quanto riguarda nuove edizioni come anche semplici update o promozioni e sconti sulla stessa. Non temere, sarò discreto!

PS: Se stai cercando la versione per Ubuntu 8.04 LTS vai su questa pagina

Contenuti

Un'altra, ennesima, guida su Ubuntu Server? No, mi spiace, perché quelle esistenti tendono ad essere delle buone guide teoriche ma estremamente generiche e vaghe quando si tratta di "fare" le cose. Questo volume è una guida pratica e concreta, è frutto della mia personale esperienza sul campo maturata negli anni affrontando casi "veri" che vi farà ottenere un server con servizi integrati e funzionanti accompagnadovi passo passo. La guida definitiva? No, ovviamente no, ma un ottimo punto di partenza per chi vuole dedicarsi alla professione del Sistemista in ambiente Linux.

Questa nuova edizione, disponibile in formato eBook PDF, in eBook ePub e nel tradizionale formato stampato, è stata riveduta, corretta e ampliata di una sessantina di pagine, per rappresentare ancora una volta un aiuto formidabile per chi voglia realizzare un server utilizzando Ubuntu Server, la distribuzione Linux con più ampia diffusione oggi.

Ma cosa c'è di nuovo rispetto alla prima edizione?

  • Basata sulla ultima Ubuntu con supporto prolungato, la unica che viene supportata dai vendor hardware, ossia la versione 10.04 Lucid Lynx uscita nell'aprile 2010.
  • Vista la ampia diffusione viene illustrato come sia possibile integrare il nostro sistema, in alternativa ad OpenLDAP, anche con il diffusissimo Active Directory di Microsoft.
  • Il capitolo LDAP Server è stato riscritto visto che le procedure di configurazione sono notevolmente variate rispetto alla precedente LTS.
  • Il capitolo DNS & DHCP raddoppia, analizzando anche la possibilità di fornire questi servizi utilizzando lo standard de facto in materia, e cioè BIND e DHCPD.
  • Nel capitolo Mail Server viene anche proposta come alternativa la realizzazione di un Relay server interno mantenendo tuttavia la gestione dei fitri antispam e antivirus.
  • Nel capitolo LAMP installeremo anche phpLDAPAdmin per gestire via web OpenLDAP.
  • Il capitolo File Server comprende anche la configurazione come server membro di Active Directory e la gestione delle quote disco.
  • Il capitolo Proxy Server contiene anche le procedure da eseguire per integrarlo con il sistema di autenticazione di Active Directory.
  • Il capitolo relativo all' Instant Messaging si fa in due passando in rassegna anche la configurazione del server java Jabber Openfire in aggiunta al canonico Jabberd2.
  • I capitoli non menzionati sono tutti stati aggiornati affinché le procedure descritte abbiano successo con Ubuntu Server 10.04.

Ma vediamo per esteso cosa contengono i relativi capitoli:

Capitolo 1 – Operazioni Preliminari
Prima di iniziare è necessario predisporre la macchina e capire le convenzioni usate nella guida. In questo libro non viene spiegato come installare Ubuntu Server e leggendo questo capitolo si comprendono i prerequisiti necessari per poter usare questa guida.

Capitolo 2 – Il comando sudo
Cenni sul funzionamento e sullo scopo del comando sudo, il motivo per cui è stato adottato e pregi e difetti rispetto al modello tradizionale con root e su.

Capitolo 3 – SSH Server
Installare il servizio Secure Shell è necessario per le operazioni di installazione e gestione non solo del server ma anche delle workstation da remoto attraverso un tunnel sicuro.

Capitolo 4 – LDAP Server
Il server LDAP è il fulcro attorno a cui orbitano tutti i servizi proposti su questa guida. Sarà depositario degli account utente, e tutti i servizi si appoggeranno ad esso per l'autenticazione. Indispensabile per realizzare un Single Signon, ed avere un' unica base dati per utenti e password. In questo capitolo verrà mostrato sia come dotarsi di un server LDAP autonomo utilizzando OpenLDAP, sia come fare per appoggiarci ad un servizio esterno e diffusissimo come Active Directory di Microsoft.

Capitolo 5 – DNS & DHCP Server
Un semplice servizio di Caching DNS e DHCP per fornire in modo trasparente ai PC della nostra rete sia gli indirizzi IP che la risoluzione degli stessi. Indispensabile. Verranno mostrate due soluzioni alternative, la più semplice dnsmasq e la più completa accoppiata Bind & DHCPD.

Capitolo 6 – Firewall Server
La sicurezza è importante. Qui impareremo a configurare in nostro server perché controlli il traffico tra la nostra rete privata e internet. Indispensabile a molti servizi e assolutamente impossibile da ignorare.

Capitolo 7 – LAMP Server
Per poter fornire servizi particolari (ad esempio Webmail) è necessario avere a disposizione un Webserver con database e supporto PHP (LAMP). In questo capitolo impareremo ad installarne uno semplice ma funzionale ai nostri scopi.

Capitolo 8 – File Server
Questa è una delle parti più importanti e uno dei motivi “principi” per cui viene installato un server in azienda. Qui ne realizzeremo uno completo di autenticazione sia verso OpenLDAP che verso Active Directory. Vedremo anche come risolvere alcuni problemi e casi particolari che possono presentarsi quando si realizzano soluzioni di questo tipo.

Capitolo 9 – Mail Server
Qui impareremo a realizzare un servizio completo SMTP, POP3, IMAP e Webmail sia ufficiale che in configurazione relay, per dotare la nostra rete di un moderno servizio di posta elettronica completo di filtri antispam e antivirus.

Capitolo 10 – Proxy Server
Il controllo della navigazione su internet è importante. Seguendo questo capitolo realizzeremo un servizio di Proxy caching per velocizzare la navigazione, completo di autenticazione utente integrata con Samba/LDAP e Active Directory, controllo sui siti visitati e configurazione automatica dei browser con WPAD.

Capitolo 11 – Time Server
Un semplice servizio per sincronizzare data e ora su tutta la rete prelevandole da internet.

Capitolo 12 – Snapshot Backup
Il salvataggio dei dati è importante. Qui vedremo e capiremo come realizzare una soluzione moderna, veloce ed efficiente di Backup usando solo strumenti software già inclusi nel sistema operativo e supporti economici come dischi esterni USB.

Capitolo 13 – Instant Messaging Server
I servizi chat dilagano nella rete, e stanno pure diventando utili in certi casi. In questo capitolo vedremo un paio di soluzioni su come realizzare un server privato ma all' occorrenza facilmente integrabile con quelli esistenti su Internet. Il tutto sempre sfruttando la nostra base utenti aziendale su OpenLDAP o Active Directory.

Capitolo 14 – Fax Server
Nonostante molti pensino che il fax sia uno strumento di comunicazione antiquato, alla prova dei fatti questo non risulta vero. In ambito aziendale un servizio di questo tipo è ancora usato moltissimo e noi non possiamo ignorarlo.

Capitolo 15 – VPN Server
In questo capitolo impareremo a configurare un servizio VPN in modo basilare per permettere a collaboratori esterni di accedere in modo sicuro attraverso una connessione protetta ai nostri servizi. Il tutto da remoto attraverso Internet come fossero seduti accanto a noi.

Capitolo 16 – Conclusioni
Riflessioni, ringraziamenti e links ai siti ufficiali dei software utilizzati.

Attraverso il link citato come fonte, potete anche vederne una anteprima.

Grazie a tutti e alla prossima.

Stefano Giro

Ottimo, per fine mese eseguirò l'acquisto del libro in PDF

Ecco, dopo lungo silenzio finalmente la guida è arrivata. ;)
In effetti la prima edizione per Hardy con Lucid zoppica, specie nel capitolo LDAP...

Complimenti per l'ottimo lavoro e anche per lo sconto :D

Ho sempre apprezzato la tua guida sia in versione arch sia in versione ubuntu e questa novita` mi ha piacevolmente sorpreso.
Lo comprero` sicuramente.
ottimo lavoro Stefano

Esiste in versione stampata?
Non riesco a capire se si possa acquistare gia` stampato.
Esiste?

Grazie Muflone, anche per il post!

Riguardo alla versione stampata non è ancora disponibile, purtroppo segue una "trafila" un po' più lunga per la pubblicazione ma a ti posso anticipare che, in capo ad una settimana circa, sarà possibile acquistarla su Lulu e in seguito (dopo qualche altra settimana...) su Amazon.

Appena acquistato, ottimo lavoro... e grazie! :-)

Ciao Steno e complimenti per il nuovo libro!

A proposito della versione stampata, quanto costerà?
Sono indeciso se aspettare e prendere il libro o acquistare subito l'ebook...

La versione stampata è disponibile da oggi e ho modificato il post.

Le spese di spedizione sono circa 10 euro.

Link formato eBook
Link formato cartaceo

Ho notato che sul sito lulu.com ci sono 2 versioni della versione pdf (scusate il gioco di parole): un ebook da 3.9MB ed un pdf "semplice" da 3.3MB. Che differenza c'è?

Al momento praticamente nessuna (tranne la presenza della copertina nella versione eBook), ma la versione eBook potrebbe un domani comprendere altri formati oltre che PDF, tipo ePub, mobipocket, iPad etc.... o anche la tanto odiata versione DRM ;)

io credo che per le piccole medie industrie il successo sia il cloud computing che ti permettono di eliminare le risorse hardware le licenze software (linux server ok, ma i client non penso proprio) di demandare le complessità tecniche la gestione ad un personale competente ed esterno. Non esisitono problemi di scalabilità e aggiornamenti (lato mio) Un po come l'acqua del rubinetto giro e scende...

in bocca al lupo

Discorso impegnativo il tuo, in parte anche condivisibile non fosse che la connettività ADSL (seria) non è così scontata, perfino nel nordest industrioso dove vivo. E se cominciamo ad aggiungere anche i canoni MPLS a quelli del software che usi (che paghi eh, non è che ti regalano qualcosa) i costi salgono e di parecchio. Il cloud è una ottima cosa, ma va fatto bene (=costa), non è per tutti, non è a impatto zero e non è la panacea di tutti i mali, ad esempio non riesci a togliere completamente le macchine locali (pensa ad una piccola azienda con stazioni CAD o ad un controllo numerico).
Insomma, provato sulla mia pelle signori, non fatevi abbagliare da riviste, santoni e blog (escluso questo, ovvio :D).

Ho acquistato il tuo libro, e non posso che accodarmi alla schiera di estimatori. Ero un po' titubante, i sistemisti duri e puri non acquistano libri pronti ma googolano su internet e trovano le soluzioni da soli! :D
Invece mi devo ricredere, il tuo libro è di notevole aiuto per configurare "di botto" un determinato servizio, senza perder tempo a cercar di farlo semplicemente funzionare. Poi da qui si parte e si affina il tutto se si hanno esigenze particolari.
Complimenti, Stefano, veramente.
- Ivan -

Scusa volevo solo aggiungere una parola sul capitolo backup:

E-C-C-E-Z-Z-I-O-N-A-L-E!!

Grande Linux.

Premetto che il primo libro mi è servito molto, risolvendomi alcuni problemi tecnici e facendomi risparmiare del tempo prezioso.
Quindi ho fatto mia anche la seconda edizione naturalmente ;)

Una guida molto competente e ben dettagliata, ottimo lavoro Steno!

ciao,
che ne diresti di pubblicare anche un cd/dvd col sistema SBS gia' installato?
in formato live/iso o img (immagine da virtualizzare) ?

grazie

Ciao Stefano grazie ottima guida anche per me che sono alle prime armi.
Ma avrei una domanda per quanto riguarda il mail server se puoi aiutarmi.
Come configuro i client (outlook, live mail, ecc,) considerando un server relay?
Alla voce pop e smtp quale server devo indicare localhost o altro?
Grazie dell'eventuale risposta.

@sacarde
Sto provvedendo ;)

@Vinny
Devi specificare il nome (o l' IP) del tuo server di posta (quello creato e configurato con la guida ovviamente...) sia come POP3 che come SMTP.

Ok grazie ho provato così e in ricezione nessun problema ma non riesco ad inviare con outlook mentre da web mail tutto funziona bene.
Il mio server ha come indirizzo ip 192.168.1.50 e ho messo questo nella configurazione di outlook sia in pop3 che in smtp.Nelle impostazioni nome utente ho inserito test@mydominio.com e test è un utente del dominio creato prorio per testare il tutto.

Bellissimo il libro, mi ci voleva un libro che spiegasse come fare un piccolo server senza avere migliaia di pagine sparse per l'hard disk.
Ma ho un problemone: non riesco, in alcun modo, a inizializzare il database ldap...mi vengono restituiti sempre svariati errori, io riscrivo comando per comando, linea per linea ed eseguo le operazioni nella sequenza come sono proposte ma nulla...
Se qualche d'uno sa il perché mi accede questo prego di dirmi come fare a risolvere

@vinny
Non riesci ad inviare email all'esterno o ad un altro utente del tuo server?
Le cause possono essere molte è un po' difficile così. Dovresti dare un occhiata al log mentre spedisci una email:

sudo tail -f /var/log/mail.log

spesso sono problemi legati al DNS, magari prova a mettere l'indirizzo IP anche sul relay anziché il nome.

@toma.luca95
Scaricati questo file:
http://www.stenoit.com/ftp/sbsldap.zip
contiene file "funzionanti".

Occhio che ANCHE LE RIGHE VUOTE SERVONO.
Mi raccomando, sostituisci il nome del dominio e il resto, ma soprattutto elimina il DB di LDAP che hai adesso o, meglio, RICOMINCIA DA ZERO!

Potresti fare anche una versione epub? con l'ebook reader secondo me è più fruibile dei PDF.

@ciuppa
Ciao, la versione ePub è schedulata per l'anno nuovo, ora sono impegnato con la versione inglese del libro.
Iscriviti alla mailing list e sarai avvisato quando sarà disponibile!

Complimenti.
Dopo aver letto (usato!) il precedente, non ho potuto fare a meno di comprare anche questa edizione.
Ottimo anche l'approccio sulla "convivenza" con Active Directory...
Buone Feste.

Ciao,
ho appena acquistato il libro ed è davvero eccezionale! chiaro coinciso e molto ben fatto, quindi complimenti... inoltre considerando il costo dell'ebook è veramente una manna dal cielo!
due domande se posso:
1)leggendo il primo capitolo ho visto che il server viene messo subito dopo il router e mi chiedevo come mai, visto che in altre configurazioni che ho trovato il server era colleagato a stella insieme agli altri client e dopo il router invece veniva messo uno switch... cambia qualcosa?
2)Inoltre ho visto che l'eth0 viene collegata al router, giusto? ma il mio router non mi da un indirrizzo pubblico ma privato (ho ancora il contratto residenziale anche se tra qualche mese passerò a quello business di telecom) ma comunque anche in quel caso il router telecom mi darà un indirizzo pubblico e non privato? cambia qualcosa?
3) non avendo per ora l'ip pubblico statico, e tralasciando tutti i servizi che ne avrebbero bisogno, il dominio lo posso impostare lo stesso tipo quelli di dyndns?
grazie mille

Marco

Correggo la domanda 2:
2)Inoltre ho visto che l'eth0 viene collegata al router, giusto? ma il mio router non mi da un indirrizzo pubblico ma privato (ho ancora il contratto residenziale anche se tra qualche mese passerò a quello business di telecom) ma comunque anche in quel caso il router telecom (verso la rete interna) mi darà un indirizzo privato e non pubblico, giusto? cambia qualcosa?

Nel libro è un esempio. Diciamo che lì il router è il server stesso. Nel tuo caso ovviamente avrà un indirizzo IP 192.168.x.x anche nell'interfaccia esterna se vuoi usare il server come firewall.
Sia che il server abbia una sola scheda o due e usi invece come firewall il router, devi semplicemente "girare" le richieste sull'IP pubblico su quello interno del server (si fa da interfaccia amministrativa del router ovviamente).
Con IP dinamico funzionano senza problemi i servizi interni (come dominio metti quello che vuoi, è un caso particolare che sul libro il dominio interno corrisponda a quello pubblico). Per la posta devi usare la soluzione relay spiegata.

...un aggiornamento sulla preparazione del cd

grazie

Ciao Stefano,
Innanzitutto complimenti per la gran bella guida, una dlel migliori che ho trovato.
Vorrei chiederti una cosa su un problema al quale sto sbattendo da giorni:
Non riesco ad autenticare da pam su ldap, mi da sempre "invalid credential", ecco cosa viene fuori se provo ad autenticarmi sia da dovecot che da ssh:
*
pam_ldap: error trying to bind as user "uid=s_io,ou=Users,dc=dominio,dc=org" (Invalid credentials)
Failed password for s_io .....
*
invece da "smbclient -L localhost -U s_io" sullo stesso utente funziona benissimo.

Cos'è che non va? ho ricontrollato decine di volte tutta la configurazione....

grazie mille, ho acquistato il libro in pdf, credo di aver capito che finalmente riuscirò a impostare un server web con ubuntu per ospitare tot siti.
Ti ringrazio in anticipo
ciao

ciao,
stai preparando la versione per il 12.04 LTS ?

ricordati anche il cd con il sistema preinstallato

grazie

Avevo comprato i tuoi 2 eBook di Ubuntu server 8.04 e 10.04 LTS. Ho installato il tutto: server LAMP (con 3 webhosts virtuali), server Bind9 e DHCP, NTP, senza però server e-mail, in quanto non volevo sovraccaricare l'hardware(server Fujitsu Primergy 200, con due Gigabit LAN).In locale e su tutta la rete WAN (192.168.1.120) e LAN(192.168.20.1, attivando anche IP4 Forward, MASQUERADE, e altri pacchetti Netfilter, tutto funziona bene, e gli host virtuali si vedono (www.mikylab.net, miosito1.com, miosito2.com).Ho installato anche Webmin e MC per maggiore aiuto nelle configurazioni. Il problema è che non riesco a uscire fuori dal router LinkSys WAG320N con i nomi delle zone autoritative(per esempio www.mikylab.net). Ho settato come zona DMZ il 192.168.1.120, ho settato le porte di portforwading, ho disattivato il firewall del router (192.168.1.1), ma proprio il nome del dominio e gli hosts web non escono fuori dal router. Dall'esterno riesco a contattare solo il primo webhost virtuale solo su IP rilasciato da Telecom alice. Se inserisco nel pannello di controllo del mio domain provider l'IP che ho in quel momento, allora si vede l'Home page anche col nome di dominio. Ma devo utilizzare il server dns che mi dà il provider del dominio. La domanda è: come si fa a uscire su internet direttamente con il mio dns server, senza passare per forza per il pannello del provider americano? Vorrei uscire con il sito web di mikylab.net direttamente da casa e non solo con il numero IP (quello funziona!). Non ho IP fisso. Come si fa il routing sul router per uscire da 192.168.1.120(IP classe C) sul numero IP fornito da Telecom, come ad esempio 188.18.51.11, direttamente? GRAZIE.

Vorrei porre la mia domanda, del post precedente, in altro modo: dopo aver installato e configurato tutto, per uscire con il sito web su internet va bene la configurazione del server con la eth0 (WAN)collegata sul router Cisco Linksys (con la eth1 collegata alla rete locale), oppure è meglio dotarsi di un modem con uscita ethernet collegato da un lato a internet, dall'altro con una macchina dotata di software router-firewall con tre interfacce e da lì poi collegarsi con il server tramite interfaccia eth1, e con la eth2 collegata alla LAN locale, e con la eth0 collegata al router/firewall che sta in mezzo sia come hardware che come software e che fa ovviamente da router, da firewall e da gateway? Cosa mi consigliate? Avete un link da propormi che punta sul sito di qualcuno che ha già affrontato la questione e magari risolta con successo? Offro una mega pizza farcita con birra da 1 litro a chi mi risponde in modo efficace e risolutivo. Grazie.

Ciao Steno
Ho comprato sia il libro per la 8.04 che per la 10.04 in pdf, mi chiedevo se nella 12.04 parlerai di Samba 4

Ho notato un problema: quando si aggiunge un server ubuntu a un dominio windows e il dominio non risulta disponibile (server offline o cavo scollegato) quando si esegue l'accesso con l'account che si usa durante l'installazione del sistema non si riesce a usare la shell, ho provato più volte ma il risultato è lo stesso, magari in una prossima versione puoi verificare e caso mai indicare una possibile soluzione?
Grazie mille.

@toma.luca95

Bisogna "lavorare" su PAM dicendogli che è "sufficiente" l'autenticazione locale. Modifica il file:

/etc/pam.d/common-auth

e prova ad aggiungere in testa:

auth sufficient pam_winbind.so
auth sufficient pam_unix.so nullok_secure use_first_pass

oppure (differenti versioni di Ubuntu si comportano diversamente):

auth sufficient pam_unix.so nullok_secure
auth sufficient pam_winbind.so require_membership_of=domain-admins use_first_pass

(occhio, sono due righe non tre)

e riavvia.

@bruno
No. Samba4 è ancora una Alpha, non adatto ad un ambiente lavorativo.

Il problema rimane, perché l'utente si autentica ma poi rimane bloccato sul caricamento della shell, carica tutto ma quando deve arrivare a caricare l'ultima riga si blocca e non prosegue.

Ma l'utente in questione esiste localmente in /etc/passwd? Ha una shell valida o è /bin/false?
Controlla meglio, ci deve essere qualche problema nella tua installazione. Good luck.

Non saprei, se il server windows è attivo tutto funziona correttamente, se è offline smette di andare, l'utente è root con bash come shell, proverò nuovamente.

Complimenti, ottimo libro ( io ho l'e-book per Kindle ), anche se non condivido l'idea di base di usare solo Samba e non fare un capitolo su NFS ( su una lan tutta Gnu/Linux la complicazione Samba non ha modo di esistere, IMHO ).
Comunque ho qualche problemino con lo script per il backup, e credo che, oltre alla mia ignoranza, sia dovuto a qualche errore di formattazione del file che ho creato. Non sarebbe possibile ricevere l'originale così sono sicuro di aver eliminato almeno quella problematica ?
Ovviamente se uso rsnapshot direttamente tutto funziona bene, infatti i problemi sono sulla generazione delle mail di report e sul file di log.
Grazie e a presto
Radivi

Problema con LDAP ...

Salve Stefano,
sto facendo esperimenti con una macchina virtuale seguendo la tua guida Ubuntu Small Business Server 10.04 (per poi sostituire il mio fileserver già Linux Ubuntu con ldap ecc... ma versione ormai non più supportata).

Dopo la creazione di db.ldif, al momento di darlo all'ldapadd, mi vengono sempre restituiti diversi errori.
Ho ricominciato n volte riscrivendo il db.ldif ma niente da fare.
Ho anche provato il link ftp che avevi postato ma non funziona più.

Potresti darmi un link dove potere scaricare un file db.ldif sicuramente funzionante?

Ti ringrazio anticipatamente se vorrai rispondermi.
Daniele

@Daniele
Scusa il ritardo. Ho ripristinato il link ftp.
Good luck!

Il libro più bello e più utile per il mio lavoro da sempre.

(Sono MCSA Microsoft e con te ho scoperto le infinite bellezze - immediatamente messe in produzione al lavoro - del mondo del pinguino).

Una sola domanda:

dov'è l'edizione 12.04?

:)

Grazie Steno,
il link ora funziona.

Notizia: non so se sia solo una coincidenza, ma il file db.ldif con la versione di Ubuntu a 32 bit funziona mentre con quella a 64 bit mi continua a dare errore.

Può darsi che mi sia perso qualcosa ...

Ti assicuro che funzionano perfettamente sia a 32 che a 64, le ho provate io stesso sia virtualizzate che su macchine fisiche, avrai sbagliato qualche configurazione sulla macchina a 64

@ Toma Luca

Grazie mille Luca per la info!

Verificherò : ho quindi la certezza che tutto funziona
(64-32 bit - virtuale o fisica).

@pitto
Una sola domanda:
dov'è l'edizione 12.04?
:)

In "traduzione" nel tempo libero, ma non so dare dei tempi certi. Forse entro l'anno.
Quindi quando e se arriverà... arriverà! ;)

ciao

ma vuol dire che quello in italiano o inglese e' gia' pronto?

Sarà pronto quando sarà pronto!

L'ottima notizia è che sia in cantiere :)

Non vedo l'ora...

Tra me e la mia compagna c'è una sorta di allegro rituale perchè mi perdo il libro ogni 10 minuti e chiedo sempre se ha visto "L'ottimo libro di Stefano Giro".
E' una cosa che ci porteremo alla bara :D