Avete mai notato che la velocità del computer è sempre inversamente proporzionale alla fretta di chi lo sta usando?

— Sergio Boarina

Applicazioni QT con style GTK

  • user warning: Table './stenoweb/node_comment_statistics' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT last_comment_timestamp, last_comment_name, comment_count FROM node_comment_statistics WHERE nid = 143 in /home/stenoweb/public_html/modules/comment/comment.module on line 596.
  • user warning: Table './stenoweb/node_comment_statistics' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT last_comment_timestamp, last_comment_name, comment_count FROM node_comment_statistics WHERE nid = 4 in /home/stenoweb/public_html/modules/comment/comment.module on line 596.
  • user warning: Table './stenoweb/node_comment_statistics' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT comment_count FROM node_comment_statistics WHERE nid = 4 in /home/stenoweb/public_html/modules/comment/comment.module on line 1121.

http://www.stenoweb.it/files/blog/qt4.png Questa è una buona notizia. Sappiamo tutti che le QT sono librerie multipiattaforma che "prendono" il look and feel della piattaforma su cui girano, che sia Linux (X11), Windows o MacOSX. Paradossalmente il problema maggiore si presenta proprio su Linux che abbinato con GNOME rende le applicazioni QT graficamente "aliene" all'ambiente. Ora sembra ci siano novità in questo senso, con le QT 4.4 abbiamo a disposizione, direttamente dai labs di trolltech, QGtkStyle che "renderizza" i widgets QT4 utilizzando il theme engine GTK a disposizione, in modo similare a come succede nell'ambiente Windows e MacOSX. Finalmente ! ;)

Installazione

Con Archlinux il pacchetto è disponibile su AUR, con Ubuntu possiamo seguire queste istruzioni.

Abbiamo bisogno di installare le QT 4.4 che sono disponibile solo in testing. Quindi dopo aver abilitato questo repository dobbiamo installarle insieme a svn (se non presente):

sudo pacman -Sy testing/qt svn

Ora con il nostro fido yaourt installiamo il pacchetto da AUR :
yaourt -S qgtkstyle-svn

Terminata la compilazione/installazione dobbiamo lanciare qtconfig, selezionare GTK come GUI Style e selezionare file->salva per salvare le impostazioni.

Tutto qua. Ad esempio guardiamo Arora, web browser minimale basato su webkit sviluppato interamente con le QT 4.4, in "salsa" GTK :
http://www.stenoweb.it/files/blog/arora.png

Limitazioni

Prima di cantar vittoria bisogna che teniate bene a mente che, almeno per ora, possiamo sfruttare questa cosa solo per applicazioni native QT4 (come Skype e QDevelop ad esempio) e non per i vari k3b e compagnia basati sulle QT3. Da verificare cosa succede con applicazioni KDE4, non ho una piattaforma su cui testare ora, comunque potete guardare qui.

Tuttavia la strada è tracciata, se per applicazioni GNOME/GTK su KDE abbiamo già gtk-qt-engine ora forse sarà possibile anche per gli amanti del piedone utilizzare applicazioni KDE/QT4 senza storcere il naso ogni volta.

Nessun dorma ;) Novità ce ne sono sempre.

P.S.
Perchè Skype prenda le impostazioni GTK impostate con qtconfig dobbiamo avviarlo così:

skype -disable-cleanlooks

Byez.

ma se l hanno fatto per qt4 non sarebbe altrettanto facile e possibile fare la stessa cosa per le qt3?

non ne ho idea, ma il fatto che voglia espressamente QT 4.4 (e non 4.3 o precedenti 4.x) significa che sfrutta qualche cosa che è stata introdotta con questa precisa versione di QT.